mercoledì 16 luglio 2014

Filare con il Cuore!

Qualche post fa vi avevo informato che avrei ripreso a partecipare ad eventi pubblici, iniziando dall'ormai collaudato FILI SENZA TEMPO, a Formigine (MO)  il 13 e 14 Settembre.




 Organizzato magistralmente da un'amica (Tania Santarelli, alias Lilli Violette), questo salone creativo di ricamo, punto croce, lini, fili, cucito creativo e quant'altro è alla seconda edizione per il 2014 (quella natalizia) ed è la terza che mi vede partecipare con le mie creazioni in plastic canvas.

Ogni volta qualche novità allieta non solo i visitatori (che potranno entrare liberamente dalle 9 alle 19 dei due giorni di salone) ma anche noi creative, proponendoci di partecipare a piccoli eventi nel'evento.

E proprio di uno di questi vi voglio brevemente raccontare!

Tania da qualche tempo promuove iniziative di beneficenza a favore de La Lucciola, un centro di terapia integrata per l'infanzia dove vengono accolti ragazzi fino ai 18 anni affetti da diverse sindromi fisiche e neurologiche, allo scopo di partecipare ad un programma di riabilitazione in cui si avvicendano neurologi, pedagogisti e psicoterapeuti.

L'intento primario è quello di applicare la terapia ad attività pratiche in cui vengono coinvolti gli ospiti della comunità, al fine di sfruttare le loro energie positive per migliorare tutto il resto.

A quest'edizione di FILI SENZA TEMPO ci è stato chiesto di partecipare liberamente alla creazione di un folder in cui ognuna di noi avrebbe potuto pubblicare un proprio tutorial.

Il folder sarà venduto cartaceo al Salone  (on line forse prima - seguite per questo Lilli Violette!) e le vendite saranno destinate interamente a La Lucciola !!!

Dal momento che a partecipare potrebbero esserci non solo ricamatrici, ma anche creative di altra vocazione come me (con il mio plastic canvas), Tania ci ha proposto un tema comune : ispirarci alla favola Il sarto di Gloucester, di Beatrix Potter.

Favola a me sconosciuta fino ad oggi, ma letta in quattro e quattr'otto e tanto piaciuta per la sua semplicità.

Racconta di un gesto del cuore : dei topolini che aiutano un sarto a portare a compimento la sua opera in una notte di Natale.

E allora come non aderire a tutto questo?
Quale oggetto avrei potuto realizzare che avesse a che fare con un sarto e fosse comodo anche ai topolini?

Beh, un sarto che si rispetti, a forza di cucire e intagliare stoffe, avrà bisogno di un paio di occhiali, no?


Portaocchiali "narrante"



Ed ecco che in quattro e quattr'otto (per non ripetermi - ah ah ah!) ho dato vita ad un portaocchiali ....


Che ha anche la funzione di custodire le forbici e quant'altro possa infilarsi in una taschina sul fronte del portaocchiali stesso.



Amorevolmente protetti da due topolini che portano con sé le spolette per aiutare il loro amico sarto!







Vi aspetto al Salone: se avrete bisogno del materiale per realizzare questo progetto in plastic canvas sarò a vostra disposizione!

Spero siate in tante ad aderire a questa nuova iniziativa del cuore, che vi consentirà di disporre, spendendo poco, di tanti bei tutorial ispirati a questi topolini operosi...

Alla prossima piccola "magia".... :-)

6 commenti:

  1. troppo bello, e poi tutto a portata di mano <3

    RispondiElimina
  2. Wowww bellissimo e poi quei topini tenerissimiiii come sempre complimenti per la tua bravura :-)

    RispondiElimina
  3. Bellissima iniziativa! Avevo acquistato il primo folder e non mancherò di acquistare anche questo. E poi, con una tua creazione così originale ed utile come si fa a resistere? Bravissima Monica!
    Un abbraccio
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso sembra che vi ho promesso qualcosa per lusingarmi - ah ah ah! Monica non vedo l'ora di vederti, anzi vedervi! Chissà che Domenica per mezza giornata non ci sia anche Giulia

      Elimina